Spazi in casa: come ottimizzare e ricavarli

Ottimizzare gli spazi in casa forse non è mai stato così importante come in questi ultimi anni.

Le abitazioni non sempre sono grandi quanto le vorremmo e, comunque, molte abitudini ed esigenze sono cambiate anche a causa della recente emergenza sanitaria. Per questo motivo, riorganizzare gli spazi in casa è diventata una priorità di moltissime persone.

Qui di seguito cercheremo di dare alcuni consigli su come ricavare spazio in casa, ottimizzando al massimo anche gli ambienti più piccoli. 

Per qualsiasi chiarimento o richiesta di maggiori informazioni, ti invitiamo a compilare l’apposito form. Ti ricontatteremo, senza impegno da parte tua, per aiutarti.

Indice degli argomenti

Come organizzare al meglio gli spazi in casa?

Disporre di una casa ben organizzata è qualcosa di decisamente positivo. Intanto, perché permette di non farsi mancare nulla, anche quando la metratura non è delle più generose. E poi perché vivere in un luogo ordinato trasmette una grandissima sensazione di pace e benessere.

Ma quali sono gli accorgimenti da adottare per ottimizzare gli spazi dentro casa?

Sicuramente, la prima regola è quella di eliminare il superfluo. Ciò che non serve o non si usa più, va rimosso: buttato, regalato, venduto, donato… va bene tutto, purché non si occupi inutilmente spazio prezioso.

In base a questo stesso principio, anche l’arredamento non deve prevedere troppi mobili o altri elementi. Tanto per intenderci, se già il salotto non è dei più grandi, metterci un’infinità piante ornamentali non ha molto senso. Piuttosto, meglio una o due belle piante e basta, senza andare ad occupare spazi che potrebbero essere sfruttati meglio.

Quando la casa è piuttosto piccola, inoltre, è meglio fare affidamento su mobili modulari, trasformabili. L’esempio più classico è quello del divano che, all’occorrenza, può diventare letto. Allo stesso modo, ci sono consolle che si trasformano in veri e propri tavoli o postazioni di lavoro, letti a scomparsa e molte altre soluzioni multifunzionali.

Laddove necessario, è bene optare per letti con il contenitore sottostante, ed anche cercare di sfruttare al massimo l’altezza delle pareti con appositi armadi, scaffalature e mensole.

Gli angoli sono sempre degli spazi apparentemente poco sfruttabili, mentre invece con i giusti accorgimenti possono diventare ottime risorse. Esistono diverse aziende che realizzano mobili su misura, proprio per valorizzare ogni centimetro della casa.

E se si parla di valorizzazione degli ambienti, non si può non fare un riferimento all’home staging Scopri di che cosa si tratta esattamente.

Non tirare a indovinare

Scopri quanto vale davvero l’immobile che vuoi vendere 👇

Come ottimizzare lo spazio in un monolocale

Sempre più spesso chi si occupa di arredamento – che siano architetti, interior designer, aziende produttrici o rivenditori – si trova a fare i conti con monolocali da sfruttare al meglio.

In effetti, riuscire a far stare tutto in un unico ambiente rappresenta una bella sfida. Anche in questo caso, comunque, grazie ad elementi di arredo sempre più all’avanguardia, e con la giusta dose di ingegno e spirito di organizzazione, si possono ottenere risultati strabilianti.

Ecco alcuni piccoli consigli pratici per creare spazio in casa, specialmente quando si tratta di un monolocale:

  • Predisporre un ingresso munito di mensola su cui appoggiare chiavi, ecc. e di un pratico appendiabiti.
  • Scegliere mobili compatti ma che sfruttino al meglio l’altezza e tutte le eventuali nicchie, angoli, ecc.
  • Optare per elementi che si possano trasformare in base alle necessità.
  • Preferire letti con contenitore, ottimi per riporre la biancheria.
  • Ottimizzare al massimo la cucina, con pensili, dispense e mensole varie che possano contenere moltissimi oggetti.
  • Cercare di sfruttare il più possibile le parti perimetrali della casa, lasciando così uno spazio centrale più libero, più ampio.
  • Dividere un po’ gli ambienti con pareti attrezzate o librerie: sono comode per creare zone più definite, ma anche contenitive.
  • Valorizzare l’illuminazione, naturale e non solo: quando l’ambiente è unico e non è molto ampio, la luce è molto importante. Anche la presenza di specchi, sapientemente collocati, può far sembrare la casa più luminosa e più grande. Lo spazio reale non cambia, ma l’impatto visivo sì (ed è importante anche quello).

Come recuperare spazio in camera da letto

Se si parla di camera da letto, i consigli sono sostanzialmente gli stessi. Per sfruttare e ottimizzare al meglio gli spazi in casa, tutto dev’essere pensato in una certa ottica.

Ad esempio, via libera a letti con contenitore oppure a soppalco: sono tantissime, ormai, le soluzioni salvaspazio che si possono trovare presso i vari rivenditori. A volte, oltre ad essere particolarmente utili dal punto di vista pratico, si rivelano anche originali e belle da vedere, dei veri e propri elementi di design.

Se la camera non è molto ampia, anche i comodini possono essere pensati in maniera un po’ diversa dal solito. Quindi, ad esempio, si possono progettare delle mensole sospese posizionate sopra il letto o, addirittura, dei comodini a scomparsa.

Gli armadi devono essere preferibilmente su misura, così da sfruttare davvero tutto lo spazio disponibile. Al loro interno, è necessario che vengano strutturati nella maniera più funzionale possibile, con la giusta quantità di ripiani, cassetti e così via. Ottime anche le cabine armadio, che non devono necessariamente essere enormi: l’importante è che siano ben organizzate e che consentano di sfruttare ogni centimetro nel migliore dei modi.

Come già detto, è sempre importante valorizzare anche le parti alte della casa. Magari potranno essere utilizzate per riporre oggetti che si usano più raramente, o per i cambi di stagione, in ogni caso è sempre utile poter sfruttare le pareti per tutta la loro altezza.

Non tirare a indovinare

Scopri quanto vale davvero l’immobile che vuoi vendere 👇

Come guadagnare spazio in una stanza?

Abbiamo visto, quindi, quanto sia importante ottimizzare gli spazi in casa.

Questo vale per qualsiasi stanza, qualsiasi ambiente della casa stessa. Per capire come sia meglio organizzare il tutto, molto dipende dalle esigenze soggettive.

C’è chi ha bisogno, ad esempio, di ricavare un angolo studio a scomparsa per dedicarsi allo smart-working. In questo senso, negli ultimi tempi si sono realizzate soluzioni davvero poco ingombranti ma comunque funzionali.

Oppure c’è chi, invece, ha la necessità di ospitare di tanto in tanto delle persone e quindi ha bisogno di uno o più letti da tirar fuori solo quando serve.

Altri ancora possono aver bisogno di ottimizzare lo spazio della cameretta dei bambini, perché magari sono in due o tre e la stanza è una soltanto. Anche in questo caso, le soluzioni presenti sul mercato sono, al giorno d’oggi, in grado di soddisfare tutte le esigenze. Con risultati a volte davvero sorprendenti, grazie a elementi trasformabili, contenitori vari, soppalchi, ecc.

Con i giusti accorgimenti, insomma, guadagnare spazio in una stanza – così come nell’intera casa – è assolutamente possibile.

Per ulteriori approfondimenti, potrebbero anche interessarti:

aumento valore immobile ristrutturato

bonus ristrutturazione

detrazione interessi mutuo ristrutturazione

vendere casa al mare

Compri, vendi o affitti? Questa newsletter può aiutarti (davvero)

Tenere il passo col mercato immobiliare può essere difficile: ti mandiamo gratis tutto quello che ti serve sapere, una volta al mese! 👇