vendita prima casa e riacquisto

Comprare e vendere casa: acquistare prima di vendere o dopo?

Vorresti comprare e vendere casa in maniera tale da non rimetterci nulla e con pochi disagi?

Si tratta, in effetti, di una situazione abbastanza comune: moltissime persone si trovano nella necessità di voler vendere la propria proprietà e, al contempo, di doverne acquistarne un’altra.

In questo articolo cercheremo di capire come fare per gestire al meglio la cosa. Il dilemma principale, di solito, è: meglio acquistare prima di vendere o dopo? Possono esserci vantaggi e controindicazioni in un caso e nell’altro, insieme scopriremo qualcosa in più al riguardo.

Nel caso ti servissero maggiori ragguagli, potrai chiedere senza alcun impegno una nostra consulenza. Ti basterà compilare l’apposito form che troverai qui di seguito.


Acquistare prima di vendere o dopo?

Ipotizziamo di vendere il nostro immobile prima di averne acquistato un altro.

Chiaramente, in questo caso, si può usufruire di una maggiore liquidità per far fronte al nuovo acquisto. D’altro canto, però, c’è il rischio di non trovare sul mercato immobiliare nulla che ci soddisfi realmente. Questo potrebbe significare, per esempio, vendere la casa in cui si abita e poi non sapere dove andare a stare perché non si è ancora trovata quella che fa per noi.

Di conseguenza, potrebbe diventare necessario cercare una sistemazione provvisoria presso amici, parenti, oppure in affitto, residence, ecc. Con tutti i disagi, e gli eventuali costi, del caso.

Al contrario, può capitare di voler acquistare un immobile ma senza aver ancora venduto il proprio. Questo potrebbe voler dire non disporre della liquidità necessaria, e dunque perdere l’occasione per mancanza di fondi. Oppure si può comunque acquistare anche il nuovo immobile, ma rischiando poi di dover mantenere due case per un lasso di tempo non meglio precisato.

Anche per l’eventuale apertura di un nuovo mutuo, non aver ancora venduto potrebbe essere motivo di rallentamenti.

Tutto questo non sta a significare che una soluzione o l’altra siano del tutto negative, ma è bene essere consapevoli dei pro e dei contro fin da subito.

Come vendere una casa e acquistarne un’altra?

Come fare allora? Comprare casa e vendere la propria sono due momenti fondamentali che, per poter essere affrontati più o meno contestualmente, richiedono molta attenzione ed organizzazione.

Comprare e vendere casa nello stesso momento non è una cosa semplicissima, tenuto conto del fatto che il mercato immobiliare è sempre piuttosto complesso ed articolato. Per questo motivo, a maggior ragione, consigliamo sempre di rivolgersi a consulenti esperti del settore, che sappiano gestire al meglio la situazione.

Per approfondire in generale l’argomento, potrebbero esserti utili questi due articoli: consigli per vendere casa e vendere casa evitando errori

I passaggi da seguire

Volendo fare una sorta di scaletta di quelli che possono essere i passaggi più utili da affrontare, potremmo dire che occorre:

  1. Valutare la propria casa: si deve trattare di una valutazione fatta con attenzione da un professionista, perché soltanto dando il giusto prezzo all’immobile si possono avere buone probabilità di venderlo in breve tempo. La valutazione dev’essere fatta al netto di tutte le spese.
  2. Chiedere informazioni in merito ad un eventuale nuovo mutuo: una volta appurato quanto si presume di incassare con la vendita, ci si può informare per chiedere un nuovo mutuo alla banca (se necessario). Meglio farlo per tempo, per chiarirsi bene le idee con anticipo.
  3. Definire come e dove dovrà essere la nuova casa: dopo aver fissato un budget di spesa, con o senza mutuo, bisogna stabilire che genere di immobile si sta cercando (dimensioni, tipologia, ecc.) e quale sarebbe la zona ideale. Prima di vendere casa, sarebbe meglio appurare che esistano sul mercato delle proposte in grado di soddisfare le nuove esigenze.
  4. Mettere in vendita l’immobile: con l’ausilio di un buon consulente, che avrà fissato un prezzo adeguato e avrà adottato tutti gli accorgimenti necessari, si può sperare di concludere l’affare anche in breve tempo.
  5. Cercare la nuova casa: anche senza attendere di aver trovato l’acquirente per il proprio immobile, è bene iniziare a guardarsi concretamente attorno alla ricerca della soluzione ottimale. Se capita di trovare una casa che piace particolarmente, ma non si hanno ancora i soldi per comprarla, si può chiedere di bloccarla vincolandone l’acquisto alla vendita dell’immobile di proprietà. Si chiama proposta di acquisto condizionata.
  6. Organizzare al meglio gli atti di vendita e di acquisto, facendo in modo che tutto combaci alla perfezione e non ci siano intoppi.

Vendere e comprare casa in maniera ottimale può essere complesso, ma è assolutamente possibile.

Acquisto prima casa senza vendere la precedente

Può capitare di voler comprare casa prima di vendere, anche quando si tratta di prima casa.

A questo punto, però, ci si chiede: avrò ancora diritto alle agevolazioni fiscali che sono, per l’appunto, previste in questi casi (bonus prima casa)?

E’ possibile, in pratica, acquistare una seconda abitazione con l’intento di farla diventare prima casa, anche se non si è ancora venduta l’altra? Il tutto continuando a rientrare nel regime fiscale agevolato?

La risposta è sì, è possibile. Però sussistono delle condizioni importanti, in particolar modo è necessario che la vecchia casa venga davvero venduta entro un anno dal rogito notarile. In caso contrario, i benefici decadono.

Ma quali sono le agevolazioni previste? Intanto, l’imposta di registro agevolata, pari al 2% se l’acquisto avviene da privato, oppure al 4% se si compra dal costruttore. Anche le imposte catastali e ipotecarie sono ridotte.

La casa non deve rientrare tra gli immobili di lusso per poter usufruire di tali benefici.

Inoltre, la nuova casa acquistata dev’essere ubicata nello stesso Comune di residenza del compratore: in alternativa, si hanno 18 mesi di tempo (dal rogito) per trasferire tale residenza.

Ovviamente, non si può essere proprietari di un’altra abitazione nello stesso Comune.

Tutti questi benefici fiscali hanno un ulteriore vincolo: non è possibile vendere la prima casa se non sono trascorsi almeno 5 anni. In caso contrario, bisogna versare all’Agenzia delle Entrate le imposte per intero e le relative sanzioni (eventualmente ridotte con ravvedimento operoso).

Acquistare una seconda casa e vendere la prima successivamente, pertanto, è una cosa che si può fare, senza per questo perdere il diritto ad importanti agevolazioni. Occhio, però, ad alcuni accorgimenti!

Vendere e comprare casa contemporaneamente

Abbiamo visto, dunque, quali sono le opportunità quando si desidera vendere ed anche acquistare una nuova casa. Ci possono essere vantaggi e svantaggi, l’importante è essere consapevoli di tutti gli aspetti correlati per poter prendere le decisioni più giuste.

Altrettanto importante è affidarsi a professionisti seri ed esperti, che sappiano consigliare al meglio in una fase così delicata come può essere il voler vendere e comprare casa.

Per approfondire ulteriormente, ti suggeriamo di leggere anche vendere e comprare casa contemporaneamente